Viandanti Planari

Coming Home

Thog era molto felice di essere uscito da Sigil. Basta essere l’ultima ruota del carro! E infatti abbiamo trovato subito un sacco di amici divertenti da appendere sui lampioni (anche se qualcuno non era troppo contento). Abbiamo anche trovato un gruppo di nerd che volevano riempirci d’oro per portargli una statuetta, mica di quelle magiche, boh.

La statuetta ce l’aveva un emo obeso che non meritava di vivere. Lo volevo macellare inizialmente però lui non ha avuto la decenza di andare in un posto un po’ riservato, quindi alla fine ho lasciato stare.

Ho trovato un monocolo che mi ingrandisce l’occhio! Così quando guarderò male la gente si cagheranno addosso. Il monocolo farà di sicuro la differenza.

Beh, la missione era molto difficile: bisognava districarsi tra orari del pullman e coincidenze in una specie di multipiano trafficatissimo. Uccidere mostri anonimi mi riesce decisamente meglio. Abbiamo ritirato un pacco e fatto una missioncina di addestramento per un esercito di passaggio… avevano i bazooka e non sono stati capaci di uccidere neanche uno di noi. Ho chiesto se potevo ammazzare qualche soldato per compenso – tanto non meritavano di stare al mondo – ma mi hanno detto di no. Mi hanno anche dato dei soldi quindi va bene.

La sapete la cosa più bella? Noi facciamo per tornare in tutta tranquillità e… arriva un attacco in zona del nostro portale. Noi proviamo a entrare lo stesso e… magia… mi ritrovo in mezzo a una tormenta di neve. CASA!

Comments

Mucco

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.