Ker-Bul Thog

Description:
Bio:

Ker-Bul ama

  • combattere
  • conoscere gente nuova, fare amicizie
  • mettere i bastoni tra le ruote di druidi di qualunque genere

e odia

  • la natura e tutto ciò ad essa collegato
  • i personaggi manipolatori
  • ideali di qualunque genere

Ker-Bul vuole

  • spaccare a metà tutto ciò che non gli è amico, cioè quasi tutto
  • ritrovare i suoi vecchi amici, e resuscitare Varshalla

Background
La famiglia Muwangaku crebbe Ker-Bul in un tranquillo villaggio goliath per i primi anni della sua vita, nei quali il giovane gigante imparava a combattere come i suoi coetanei, e a venerare gli spiriti della natura. Ker-Bul era detto Strongfaith, vero credente, per la sua devozione alla causa della natura, tanto che alcuni degli anziani lo vedevano bene come druido in futuro – in particolare Kurai Karidi-kar, la capa del villaggio. Si diceva che essa fosse molto potente, e fosse la ragione per cui il villaggio prosperava in pace in un mondo considerato molto duro da altre popolazioni.

Un triste giorno, un improvviso tornado devastò il villaggio di Ker-Bul, che si ritrovò da solo e improvvisamente senza più famiglia né amici. Il giovane goliath non poté far altro che raccogliere ciò che restava dei suoi possedimenti e mettersi in cammino. Ker-Bul giurò vendetta alla natura in cui lui aveva tanto creduto, e che lo aveva tradito così pesantemente. Giunto in terre umane, i capi locali trovarono che il goliath fosse meglio impiegato a combattere e lo mandarono in prima linea in tutte le battaglie pericolose. Ker-Bul si distinse per la ferocia e la violenza con cui distruggeva le truppe nemiche, e questo gli valse molte medaglie. Ciò piaceva a Ker-Bul, che si divertiva a spadroneggiare in città e infastidire la popolazione. Decise che il suo nome di mezzo avrebbe dovuto essere Thog, e cominciò a farsi chiamare così. Il capo della guardia locale, tale Ultimus Kharrai, lo detestava ma sapeva di non poterlo arrestare perché era troppo prezioso alla città.

A Ker-Bul questa sistemazione finì per annoiare, e quando in una delle battaglie si trovò da solo a combattere, si arrese felicemente a condizione di poter entrare nello schieramento nemico. Venne accolto quindi in una setta di banditi che andava a razziare diversi villaggi e templi della zona. In uno di essi, quando l’intera compagnia di banditi tranne Ker-Bul venne trucidata, il goliath trovò una nuova sede. Il tempio era pieno zeppo di adoratori di Thrym, il dio del ghiaccio che predicava la fine degli dei e di tutto. A Ker-Bul piaceva la cosa di distruggere tutto, visto che il mondo lo aveva sempre trattato male a suo modo di vedere. Si unì quindi al culto e cominciò a combattere per Thrym. Fece anche alcuni amici, tra cui il gigante Ugurrg, che era ancora più alto di lui, e la bella umana Varshalla, che era piccola ma letale e terribile. Loro tre compivano scorribande spettacolari in una sacco di città vicine e a volte si spingevano anche più lontano. Ogni tanto riuscivano anche a reclutare nuovi seguaci.

Ker-Bul si trovava finalmente bene in questo tempio, e passò un sacco di tempo lì, diventando sempre più forte. Un paio di città misero taglie su di lui e sulla sua banda, cosa che a volte lo metteva in difficoltà e a volte lo faceva divertire un sacco, perché questo voleva spesso dire combattimenti più avvincenti. In una delle trappole preparate per lui in una città, Ugurrg venne catturato e mentre cercava di liberarlo, Varshalla fu uccisa. Fiutato il pericolo letale, Ker-Bul cercò di darsela a gambe, ma passando sotto a una scala inseguito da una cinquantina di soldati, si trovò immediatamente in un’altra città…

Ker-Bul Thog

Viandanti Planari Mucco